Orario scolastico dal 26 aprile - clicca e leggi

Quest'anno sarà in VERSIONE ON LINE il  ciclo di incontri "STORIE CHE ACCENDONO PASSIONI", organizzato per gli studenti dell'ultimo anno delle superiori e per tutte le persone interessate.  Il prossimo e ultimo appuntamento è  GIOVEDI' 13 MAGGIO con la relazione di Valeria Rainoldi dal titolo "Gli edifici raccontano: Il ghetto di Verona e la sua sinagoga"

Il prossimo e ultimo appuntamento è giovedì 13 maggio (dalle 16 e 30 alle 17 e 30). La studiosa di architettura e storia urbana Valeria Rainoldi ci introdurrà nel mondo della cultura ebraica a Verona. La sua relazione si intitola: "Gli edifici raccontano: il ghetto di Verona e la sua sinagoga". Dialoga con lei il prof. Matteo Paoletto.

Il link per partecipare  è https://meet.google.com/gcr-tbvq-yte 

L'incontro si soffermerà sulle vicende urbanistiche e architettoniche che interessarono il ghetto ebraico e la sinagoga di Verona dal primo rilievo dell’area del 1776 agli edifici realizzati negli anni Trenta del Novecento. Alle soglie del XX secolo si sviluppò un intenso dibattito intorno alla proposta di abbattimento dell’antico ghetto, instituito nel 1599 nelle immediate vicinanze di piazza delle Erbe e limitrofo alla centralissima via Nuova (ora via Mazzini). I progetti si susseguirono finché un piano definitivo di demolizione, con la sola salvaguardia delle case-torri prospicienti piazza delle Erbe, fu approvato e attuato dall’amministrazione comunale fascista. La sinagoga, progettata nel 1864 dall’architetto Giacomo Franco e profondamente modificata dall’intervento di Ettore Fagiuoli, venne inaugurata nel 1929. Il percorso analizzerà anche la complessa riorganizzazione dell’area con gli interventi degli architetti Ettore Fagiuoli e Francesco Banterle per la casa Tretti, il Supercinema, il Superpalazzo, l’albergo Touring e la Banca Nazionale del Lavoro, edifici moderni e funzionali che sostituirono le case dell’antico ghetto degli ebrei veronesi.

Valeria Rainoldi ha conseguito un Laurea in Lettere e in Storia dell'Arte e un dottorato di ricerca in Culture d’Europa. Ambiente, Spazi, Storie, Arti, Idee presso l’Università di Trento e si occupa di architettura e storia urbana. Le sue ricerche vertono su architettura ebraica, spazi religiosi, cimiteri e antiche strutture ospedaliere, in particolare per l’Ottocento e il Novecento veronese. Ha scritto e pubblicato numerosi saggi e ricerche tra i quali nel 2006, per Cleup Padova Il Ghetto e la sinagoga di Verona tra Ottocento e Novecento e più recentemente con Cierre 2019, Il cimitero degli ebrei a Campo Marzio, in San Francesco di Paola a Verona. Storia di un convento divenuto sede universitaria. Del 2020 è il suo ultimo libro Il Ghetto di Verona e la sua sinagoga. Tutela, demolizione e ricostruzione dal XVIII al XX secolo, pubblicato da Cierre edizioni (Verona).

 

La conferenza  del 28 aprile dei relatori prof.ssa Elena Trevisan e prof. Nicola Pasqualicchio dal titolo "Haiku per un anno. Un’esperienza scolastica tra Bashō e Zanzotto" è disponibile canale delle Rete Scuola e territorio.

 

Rubrica UN HAIKU AL GIORNO

 

L'incontro di  martedì 13 aprile  con la prof.ssa Guarienti sul tema "Andy Warhol e la New York degli anni 1960 -1980" è disponibile sul canale delle Rete Scuola e territorio.

 

Le registrazioni degli incontri precedenti  sono disponibili  sul canale YouTube d'Istituto. 

 

Referente del progetto: prof.ssa Gaia Guarienti

 

Ultimo aggiornamento: 06/05/2021 - Articolo visualizzato 328 volte